Archivi categoria: Speakers’ Corner

It’s time – End marriage discrimination

E’ giunta l’ora! In Australia (e piano piano in tutto il mondo) sta spopolando uno spot che ha una sfida ben precisa: finirla con la discriminazione sessuale e dare pari diritti a tutti gli esseri umani a prescindere (no-matter-what) dal loro orientamento sessuale.

Quali ragioni ha una società contemporanea ed Europeista come la nostra per negare la felicità a chi forse non ha gli stessi gusti per quel che riguarda la sfera privata della vita sessuale? Con quale arroganza la società si arroga il diritto di decidere chi è giusto amare e chi no? Perchè una coppia gay non può celebrare e condividere con la società il consolidamento della relazione e dichiarare al mondo intero il reciproco amore? Chi e con che giustificazioni vuole impedire ad una coppia gay il diritto a quel magico momento del ‘SI’ o quello della proposta di matrimonio, in ginocchio davanti al/la partner con l’anello nel cofanetto?

Tabù. Proibizionismo. Censura. Superstizionismo. Clericalismo. Siamo schiavi di secoli e secoli di buie legiferazioni religiose. Esatto perchè il “problema” omosessualità è tutto religioso: perchè la religione, proclamandosi unica verità assoluta sulla vita e sul mondo, impone con prepotenza i pregiudizi che hanno regnato l’umanità per millenni spacciandoli per perle di moralità e, soprattutto, volontà di Dio. E tutto questo non trova nessuna resistenza. Per secoli si è lasciato decidere e legiferare su questioni morali a dei repressi, sessuofobici e vergini che probabilmente di Scritture se ne intendono, ma che su amore e relazioni non possono esprimersi! La religione ha paura del sesso: è tabù! Proibito! Deve essere censurato! Per secoli abbiamo lasciato che ci plasmassero le menti a loro forma e piacere, proprio come Dio (il loro) ha fatto con loro. Ora ci ritroviamo nel XXI secolo a dover lottare (pacificamente, noi) perché tutte e tutti abbiano il diritto di vivere la vita come meglio credono o sentono! E ora la gente ovviamente, dopo secoli di indottrinamento, non riesce a pensare e a capire che l’omosessualità non è una forma di sesso, ma una forma di AMORE. E chi si rende conto del senso di frustrazione può avere sulle persone il sentirsi dire che la propria forma di amore è sbagliata o che comunque non vale come quella degli altri? Come vi sentireste se, innamorati persi, nel senso più romantico e caldo della parola, vi proibissero di esprimere il vostro amore? Perchè non si riesce a far capire che la distinzione tra eterosessualità e omosessualità non è nient’altro che una forma di censura e proibizione di alcuni comportamenti? Negli umani esiste la SESSUALITA’. Esiste l’attrazione verso altri esseri umani, siano essi dello stesso sesso o no. Dobbiamo tornare indietro di almeno 2500 anni per scoprire che senza una Chiesa Cattolica Apostolica Romana radicata sul territorio, in Grecia non vi era distinzione tra eterosessualità e omosessualità: vi era semplicemente la ricerca del BELLO, di ciò che è buono. E se per una donna il “bello” era un’altra donna, niente di speciale era successo: era normalità. E avere preferenze per qualcuno dello stesso sesso non implicava l’omosessualità in quanto cercare l’amore era indipendente dal sesso e poteva significare in futuro la preferenza per l’altro sesso. 2500 anni fà. Sembra quasi impossibile… MA NON LO E’!

Fermiamo una delle più grandi ingiustizie dei nostri tempi! Fermiamo il dilagare di un’ingiustificato pregiudizio che deriva da una superstizione medievale che non merita assolutamente di convivere nella nostra società! It’s time!

Luca Venturelli

 

Annunci

Anticrisi-anesimo: STOP alla cattiva informazione che genera disperazione!

Il clima di crisi, incertezza e talvolta frustrazione che porta metà degli italiani a credere alla miriade di false notizie (tassa sugli animali domestici, congiura tedesca e piani segreti per conquistare l’Europa giusto per citarne alcune) che vengono pubblicate su blog tanto anonimi quanto ignoranti, mi porta a pensare che forse è arrivato il momento giusto per inventarsi una nuova religione: l’Anticrisi-anesimo.

L’altra notte mi è comparso un Angelo che mi ha consegnato delle tavole in Oro in antico Ebraico con l’appendice ai 10 comandamenti che Mosè si era dimenticato sul Monte Sinai (una svista forse causata dell’estrema eccitazione per aver parlato con Dio). Egli mi disse: “Con queste tavole risolverai la crisi: traducile in un libro e diffondi la parola del Signore se vuoi portare la salvezza Terrena ed Ultra-Terrena ai tutti i popoli del mondo. Luca, mettiti al lavoro immediatamente perchè tra 5 ore tornerò a riprendere le tavole che appartengono al Mondo dei Cieli!” Quindi, per opera dell’Angelo che mi dotò della conoscenza dell’antico Ebraico per l’occasione, tradussi le tavole contenenti i 4 comandamenti in appendice e ottenni:

  • 1° Appendice: Prega me il tuo solo e unico Dio su un piede solo e battendo le mani ogni 15 secondi. Le mani giunte non sono gradite nel Mondo dei Cieli.
  • 2° Appendice: Non avrai altra valuta all’infuori dell’Euro. Anche se talvolta la mancanza di fede potrà trarti in inganno ricorda che l’Euro opera in vie misteriose. Le altre valute (Lira, Marco, Franco, Antonio e Peppone) sono l’inganno del diavolo.
  • 3° Appendice: La Chiesa che un discepolo di mio figlio fonderà e dopo 2 millenni di ingiustizie continuerà ad opprimere i poveri sarà condannata a pagare l’ICI per l’eternità.
  • 4° Appendice: chiunque traduca queste tavole e le porti a conoscenza del mondo sarà il mio prediletto e per questo dovrà essere venerato, coccolato e viziato da tutti i poveri comuni mortali. Egli sarà immortale e sarà richiamato in Cielo al momento più opportuno! Fino a quel giorno tu devi versargli sul conto corrente il 5% dei tuoi introiti mensili per supportare la sua causa e aiutarlo a diffondere la MIA parola. Dio.

Tradotti i comandamenti l’angelo è tornato e si è ripreso le tavole. Quindi, purtroppo, non ho una prova materiale dell’accaduto anche perchè non ha voluto assolutamente fare fotografie insieme, però vi posso giurare che è tutto vero! Da dove potrebbero venire fuori i comandamenti altrimenti? Credete che mi possa inventare tutto ciò??? E’ tutto VERO!!! vi prego aiutatemi ora!!! Dobbiamo diffondere la salvezza……TENENDOCI LONTANI DALL’IGNORANZA!

Luca Venturelli

Partido de la Libertad Individual: gli eretici spagnoli

Oggi in Spagna avranno luogo le elezioni legislative e, come è noto, tutti i sondaggi danno in testa di parecchi punti percentuali il Partito Popolare guidato da Mariano Rajoy, prevedendo per il Partito Socialista Operaio Spagnolo uno dei risultati meno felici degli ultimi 30 anni. Oltre ai due partiti maggiori, sono in corsa Sinistra Unita, Convergenza e Unione, Partito Nazionalista Basco, Unione, Progresso e Democrazia, Sinistra Repubblicana di Catalogna, Blocco Nazionalista Galiziano, Coalizione Canaria e moltissime altre formazioni.

Tra i tanti partiti minori, siamo rimasti piacevolmente colpiti dalla presenza – in 2 circoscrizioni su 50: Madrid e Saragozza – di un piccolo partito di ispirazione libertaria, il Partido de la Libertad Individual (P-Lib), che propone un programma incentrato sulle libertà individuali e sui diritti civili.

Ecco alcune delle battaglie dei libertati spagnoli: riduzione delle imposte, liberalizzazione e privatizzazione dei servizi pubblici, liberalizzazione degli orari dei pubblici esercizi e degli esercizi commerciali, riforma del sistema pensionistico, legalizzazione delle sostanze psicoattive, difesa e tutela dei diritti delle persone LGBT, lotta alla xenofobia e al razzismo.

Un programma che punta allo stato minimo e mette al centro l’individuo con le sue libertà e le sue responsabilità. Un progetto diametralmente opposto al collettivismo e allo statalismo del “welfare senza libertà” propugnato dai cosiddetti indignatos (che in questi giorni invitano a non votare o a votare partiti minori…ma sicuramente non il P-Lib!). Una ricetta eretica per superare la crisi e rilanciare il Paese!

Auguri alle amiche e agli amici libertari!

Vuoi dire la tua? Il nostro Speakers’ Corner è a tua disposizione!

Il blog di VERONA ERETICA vuole essere uno spazio di libertà e di condivisione di pensieri, riflessioni e idee: anche (e soprattutto) di quelle idee che vengono sistematicamente censurate dai media ed escluse dal dibattito politico, perché non conformi alla “dottrina” (sociale, politica, morale, scientifica, religiosa) dominante.

Questo Speakers’ Corner virtuale è a disposizione di tutte le cittadine e di tutti i cittadini che sentono il bisogno di dire qualcosa!

Sono certamente apprezzati consigli, suggerimenti e critiche riguardanti il progetto “VERONA ERETICA”, ma sono benvenuti anche spunti di riflessione su qualsiasi altra tematica.

Non attendete oltre, inviateci ora il vostro articolo e saremo lieti di pubblicarlo senza censure!

Gli articoli verranno pubblicati nella categoria Speakers’ Corner e verranno etichettati con semplici tag per rendere facilmente identificabile l’argomento trattato (per esempio: scienza, arte, cultura, politica, religione, cucina, sport ecc).
Inviate i vostri articoli (necessariamente firmati!) all’indirizzo mail: veronaeretica@gmail.com