Archivi tag: strumenti di partecipazione popolare

13/12/2012 :: Est Veronese :: CITTADINI O SUDDITI? Serata su Trasparenza, Partecipazione, Tutela del territorio

A Colognola ai Colli, giovedì 13 dicembre, alle ore 20:30, presso la sala civica Frassanito (Piazza del Donatore – San Zeno di Colognola), si parlerà di trasparenza, partecipazione e tutela del territorio. Tematiche strettamente intrecciate tra loro e fondamentali al fine di superare la visione del cittadino come semplice consumatore e contribuente, gestito passivamente dall’amministrazione, valorizzando sempre e comunque la persona, con la sua dignità e le sue scelte.

serata ereticaLa serata è aperta anche a chi non abita a Colognola ai Colli e potrebbe rivelarsi particolarmente interessante proprio per chi ancora non ha avuto modo di conoscere l’esperienza di Colognola Eretica – lista civica nata in vista delle elezioni amministrative del 2011 e che continua ad essere un ottimo laboratorio politico a dimostrazione del fatto che, anche in pochi e fuori dal consiglio comunale, si può fare molto.

Tutte le iniziative e le proposte fino ad oggi elaborate dal laboratorio colognolese, sono esportabili in qualsiasi comune. Durante la serata, per esempio, verrà presentata un’analisi degli strumenti di partecipazione popolare disponibili nei paesi dell’Unione Comuni Verona Est (Illasi, Colognola ai Colli, Caldiero, Mezzane di Sotto, Belfiore) e negli altri comuni della zona e saranno indicate le possibili azioni da mettere in campo per risolvere le situazioni più problematiche.

Si parlerà inoltre del “censimento del cemento”, lanciato dal Forum Nazionale Salviamo il Paesaggio, al fine di ottenere strumenti urbanistici che consentano di conoscere e valutare, dati alla mano, l’opportunità e la necessità di nuove costruzioni: anche questa, per risultare vincente, non può che essere una battaglia da condurre congiuntamente in tutti i comuni dell’area.

Non mancherà poi l’argomento “trasparenza”, collante tra tutte le istanze: conoscere è fondamentale perché permette di scegliere liberamente. Solo le persone alle quali è consentito di conoscere per deliberare, sono a pieno titolo cittadine e cittadini. Per tutti gli altri non resta che la qualifica di SUDDITI.

Vi aspettiamo numerose e numerosi!

Annunci

26/10/2011 :: SERATA ERETICA :: Distribuiamo pillole di libertà…

Mercoledì 26 ottobre, ore 20:30, a Colognola ai Colli, presso la sala civica Frassanito (Piazza del Donatore, San Zeno di Colognola), presenteremo la federazione Verona Eretica.

Durante la serata illustreremo un “pacchetto” di petizioni che presenteremo in più comuni della provincia – ovunque ci saranno cittadine e cittadini interessati alle nostre proposte – a partire dalle prossime settimane.

Le petizioni sono 6 e trattano svariate tematiche di massimo interesse per la cittadinanza. Dalla tutela dell’ambiente alla possibilità di accedere agli strumenti di partecipazione popolare, dalla laicità alla trasparenza delle istituzioni, ECCO LE NOSTRE PROPOSTE ERETICHE (cliccando sul titolo delle proposte è possibile scaricare i testi delle petizioni):

  1. Strumenti di partecipazione popolare: regolamenti per delibere di iniziativa popolare
  2. Piano regolatore a crescita zero
  3. Sospensione finanziamenti comunali al clero e potenziamento servizi pubblici
  4. Anagrafe pubblica degli eletti
  5. Consiglio comunale online e semplificazione del portale web comunale
  6. Contabilizzazione dei beni pubblici comunali
SE VI INTERESSANO LE NOSTRE PROPOSTE ERETICHE, POTETE DIVENTARE VOI I PROTAGONISTI DI QUESTE BATTAGLIE DI LIBERTA’, PRESENTANDO LE 6 PETIZIONI AL VOSTRO COMUNE! FATEVI AVANTI!

Se lo strumento della “delibera di iniziativa popolare”, previsto dalla maggior parte degli statuti comunali, non risultasse – in tutti i comuni che abbiamo contattato – inutilizzabile a causa dell’assenza dei relativi regolamenti attuativi (clicca QUI per trovare tutte le info), non avremmo scelto la formula della petizione, ma avremmo optato per la più formale delibera di iniziativa popolare. Ci siamo invece trovati nella paradossale situazione di dover chiedere ai comuni, con una specifica petizione, la stesura e l’adozione dei regolamenti previsti dagli statuti. Tutto questo si è verificato, per esempio, a San Bonifacio, San Martino Buon Albergo, Colognola ai Colli, Caldiero, Mezzane di Sotto…molti altri comuni non hanno risposto, ma sui siti web non c’è traccia dei regolamenti attuativi in questione.

DURANTE LA SERATA SARA’ POSSIBILE ISCRIVERSI ALLA FEDERAZIONE VERONA ERETICA. VI ASPETTIAMO NUMEROSE E NUMEROSI!